lunedì 6 febbraio 2017

Let's speak about...AGENDE

Buongiorno!
Come state? Il 2017 è già iniziato da un po' ma solo ora mi trovo a parlarvi di agende.

Io le adoro, ed al momento sembra che io non sia la sola. Amo le agende da sempre a partire da quando bambina dovevo scegliere il diario scolastico. Era sempre qualcosa che adoravo fare.

Dopo vari anni e varie agende provate sono arrivata a delle conclusioni.
Ovviamente quanto vi dirò è molto soggettivo. . Trovo che l'agenda sia una cosa molto personale e difficilmente ho trovato un'altra persona alla quale la mia organizzazione andasse bene. Del resto nemmeno io ho trovato organizzazioni di altri che mi andassero bene. Ho però sempre trovato spunti e idee che poi ho inserito nel mio modo di gestire gli impegni e quindi fatte mie.

Preferisco le agende giornaliere (un giorno per pagina) sia per lavoro che per la vita privata. La possibilità di avere spazio per fissare appunti ed impegni vari è fondamentale per me.

Amo le agende, amo prendere appunti ma non parlatemi di disegni, stickers o altro. Mi piace avere l'agenda il più bianca possibile per permeteri di scrivere di tutto. Se non mi piace abbellire le pagine con adesivi e quant'altro, amo usare penne colorate o evidenziatori per mettere in risalto idee o appuntamenti.
L'unica cosa che non può mancare in nessuna delle mie agende sono gli sticky notes! Avete presenti i biglietti adesivi dove prendere appunti in stile POST-IT? Ecco loro li amo. Trovo siano estremamente comodi e poi ci sono un sacco foglietti adesivi di forme e colori carini che è un peccato non usarli.

AGENDE PER LAVORO
Ho sempre lavorato come dipendente, soprattutto in uffici amministrativi e contabili, dove c'è sempre qualche scadenza. Ho visto che un'agenda con la quale mi trovo molto bene è la MOLESKINE giornaliera. Ampio spazio per scrivere tutto quello che serve e molto lineare. Trovo sia perfetta anche nelle dimensioni. Non è un'agenda che porto con me in borsa ma che lascio in ufficio quindi nella versione large è ideale. Perfetta anche per mettere qualche foglio tra le pagine. Costicchia ma ne vale la pena.



ORGANIZER 
Credo sia molto più consono come nome per questa tipologia. Forse il più conosciuto è quello di FILOFAX ma se cercate sul web troverete molti altri marchi che producono agende/organizer simili.
La mia prima Filofax la presi quasi 14 anni.. Lavoravo da poco mi ricordo. L'ultima l'ho acquista a Natale 2016.
Potete quindi capire da soli che ormai la mia passione per questa tipologia di agenda è un dato di fatto e non qualcosa di passegero.
La possibilità di scegliere quali moduli inserire, di comporla esattamente come ci va meglio, di mettere e togliere ffogli o riposizionare qualcosa, rendono questa tipologia perfetta.

A casa uso una vecchia Filofax Personal. Adoro il colore e dopo anni è ancora perfetta. Anzi l'averla usata l'ha resa ancora più bella. Su questa agenda non ho le pagine del calendario, ma la uso per tutte le altre cose. C'è la sezione blog, c'è la sezione contatti, la sezione viaggi e tanto altro. Tenendola a casa non ho bisogno di altro.

In borsa invece sempre con me, ho l'ultima Filofax arrivata. E' pocket, quindi più piccola della personal di cui sopra, e perfetta per essere portata in giro.  Questa agenda ha il diario giornaliero (un giorno per pagina) e non volenda riempire troppo ho scelto di avere con me solo metà calendario (da gennaio a giugno). Più avanti toglierò i mesi passati ed inserirò gli altri. Ho deciso così per due ragioni: la prima è che avevo bisogno di inserire anche dei fogli per le note e fogli contatti che non avrebbero permesso di tenere tutta la parte diario al completo. La seconda ragione non meno importane è il peso. La pocket ha le dimensioni perfette ma se pesasse comunque molto sarebbe difficile da gestire.

Ho cercato di fare un collage per farvi vedere i vari divisori che uso per dividere le sezioni. Ho scleto gli stessi divisori anche per la Filofax turchese che ho in borsa.

Ho provato altre agende in passato come quelle che vi mostro sotto ma non mi ci sono trovata bene.


Quella di Kate Spade è molto elegante e dal desing pulito come piace a me. Il problema fondamentale è che nonostante abbia la spirale non si può girare completamente la parte di sinistra quindi risulta scomoda per scrivere. Adoro però lo stile di questa agenda.



Quella di Ban.do è molto accattivante nella grafica. Adoro il fatto della spirale. Amo la copertina in cartone rigido. Però è il fatto che sia così decorata alla lunga mi ha stancato. Le dimensioni sono molto grandi e per me è risultata scomoda.


Questo è il collage degli interni della Ban.do



Spero che questo post vi sia piaciuto, e fatemi sapere voi come vi organizzate. Ci sono agende che mi consigliate per il 2018?

Al prossimo post!

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Dopo aver provato diverse agende, sono sempre tornata alla mia Moleskine giornaliera, formato A5. Quest'anno invece di prendere la classica con la copertina enra, ho preso quella con la copertina in stoffa con i disegni de "Il piccolo principe".
    xoxo Connor

    RispondiElimina
  3. Io sono una fedelissima delle Moleskine... però posso chiederti dove hai preso l'agenda di Kate Spade? E' bellissima! *.*

    RispondiElimina